BASSANI ANDREA

BASSANI ANDREA (1718 - 1760)

erudito

Nacque a Pordenone il 14 ottobre del 1718. Compiuti gli studi presso il seminario di Padova, a ventun anni si trasferì temporaneamente a Vicenza per insegnarvi retorica ai seminaristi. In questo periodo entrò in relazione con il canonico Giovanni Checozzi. Tornato a Padova, si iscrisse all’Università per completare la propria formazione, sotto la guida dell’abate Iacopo Facciolati, che lo ospitava in casa sua. Nel 1747 il B. diede alle stampe la Vita del celebre medico e filosofo Maccopé. Nello stesso anno curò una trascrizione divulgativa del De sanctorum Missae sacrificio, un trattato di diritto canonico di Benedetto XIV, che il papa apprezzò molto. Dopo un breve periodo di permanenza a Venezia in casa Manin nella veste di precettore del giovane Ludovico e dei fratelli Pietro e Giovanni, il B. ritornò nella sua diocesi, ricongiungendosi al fratello Francesco, personaggio influente della curia concordiese. Ottenuto un canonicato presso il capitolo cattedrale, l’ecclesiastico si stabilì a Portogruaro, dove teneva lezioni su Catullo, Tibullo e Properzio, come attesta il canonico Reginaldo Legrini. È di questo periodo la corrispondenza con l’editore padovano Giovanni Antonio Volpi su alcune osservazioni in merito a Properzio – pubblicate alcuni anni più tardi nell’edizione cominiana delle opere del poeta latino – e la traduzione dal greco della Poetica di Aristotele. Nel 1753 papa Benedetto lo trasferì al seminario di Montefiascone, in qualità di prefetto degli studi. ... leggi Durante la sua permanenza nel Lazio entrò a far parte dell’Accademia degli Occulti e in quella dell’Arcadia, con il nome di Euripilo, e continuò a mantenere i rapporti epistolari con molti intellettuali del tempo: oltre che con Facciolati e Volpi, anche con Pier Antonio Serassi e Giuseppe Gennari. A Roma pubblicò l’Oratio di lingua greca (1753), una sintesi in lingua latina del De festis di Benedetto XIV (1756) e un panegirico in lode di monsignor Giustinian, vescovo di Montefiascone. Morì il 12 febbraio 1760.

Chiudi

Bibliografia

LIRUTI, Notizie delle vite, IV, 332-334; A. BENEDETTI, Storia di Pordenone, a cura di D. ANTONINI, Pordenone, Edizioni de “Il Noncello”, 1964, 300, 328.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *