BONDI LIVIO

BONDI LIVIO (1895 - 1929)

pittore

Immagine del soggetto

Livio Bondi ritratto da Silvio Maria Buiatti, 1925 (Udine, Civici musei, Fototeca).

Nato a Udine il 2 ottobre 1895 da Primo e da Erminia Rossi, frequentò gli studi tecnici, diplomandosi ragioniere. Nella prima guerra mondiale, cui partecipò come sottotenente, fu ferito sul Podgora nell’ottobre 1915 e successivamente partecipò alla presa di Gorizia. Legò il proprio nome all’eroica azione condotta il 14 maggio 1917 a Monte Santo, per la quale ottenne la medaglia d’argento al valor militare. Nel 1919 si iscrisse all’Accademia di belle arti di Venezia, dove ebbe come maestro Ettore Tito. Esordì a Ca’ Pesaro nel 1922; successivamente partecipò alla Quadriennale di Torino e nel 1926 alla XV Biennale d’arte di Venezia. Morì il 26 aprile 1929. L’anno seguente gli venne dedicata una sala personale nell’ambito della III Biennale friulana d’arte. Pittore di successo, sincero interprete del suo tempo, amò le tonalità delicate, i volumi sfatti, le marine velate e in genere le malinconie romantiche, com’è possibile vedere nel dipinto di collezione privata Il fumatore esposto nel 1928 alla II Biennale friulana d’arte di Udine. La Galleria d’arte moderna di Udine possiede quattro sue opere, tra cui Captivi, dipinto esposto nel 1925 alla Mostra dei combattenti di Venezia, che si richiama alle dolorose personali esperienze di guerra, vissute allorché fu fatto prigioniero. Altre opere sono al Museo teatrale di Novara, alla Banca d’Italia a Udine ed in collezioni pubbliche e private.

Bibliografia

C. MIANI, La seconda biennale friulana d’arte, «La Panarie», 5/29-30 (1928), 283-293; L. NONINO, Un giovane artista scomparso. Livio Bondi, «La Panarie», 6/33 (1929), 129-134; Livio Bondi. In memoriam, XXVI aprile MCMXXIX-XXVI aprile MCMXXX, Venezia, Libreria Emiliana Editrice, s.d.; L. NONINO, Livio Bondi, in 5a Mostra regionale d’arte. Catalogo, Udine, Edizioni d’Arte de la Tip. Fiorini, 1931, 12-15; Mostra retrospettiva del pittore Livio Bondi, Venezia, Opera Bevilacqua La Masa, 1950; G. PEROCCO, Retrospettiva di Livio Bondi, «Il Gazzettino», 23 settembre 1950; G. COMELLI, Artisti friulani moderni, «Avanti cul brun!», 18 (1951), 20-21; DAMIANI, Arte del Novecento I, 180-182; A. CURTAROLO, Bondi Livio, in La Pittura in Italia. Il Novecento/1. 1900-1945, Milano, Electa, 1992, 766; G. BERGAMINI, Bondi Livio, in SAUR, 12 (1997), 497.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *