BROZZI MARIO

BROZZI MARIO (1920 - 2009)

archeologo, insegnante, scrittore

Immagine del soggetto

L'archeologo Mario Brozzi.

Nato a Mondovì (Cuneo) il 23 settembre 1920, dopo aver vissuto per il primo decennio di vita in Umbria, a Spello (Perugia), B. si trasferì a Cividale del Friuli, dove studiò e, in seguito, si stabilì definitivamente, dedicandosi all’insegnamento. Dopo aver mostrato una precoce propensione per l’attività teatrale, recitando e scrivendo sceneggiature, i suoi diversificati interessi culturali lo portarono a pubblicare una cospicua serie di articoli su argomenti letterari e artistici, novelle e racconti. La forte attenzione per l’archeologia emerse dai primi anni Cinquanta, quando a Cividale si scoprirono casualmente delle ampie necropoli longobarde, ricche di reperti. B. manifestò crescente coinvolgimento in questo ambito di studio, sino ad allora assai poco indagato, specializzandosi progressivamente proprio sull’altomedioevo, periodo storico rimasto sempre prioritario, incessantemente approfondito, ampliato, sviluppato e divulgato per l’intera sua protratta attività. Nel 1962, invitato dalla Bayerische Accademie, B. frequentò a Monaco di Baviera l’Istituto di archeologia altomedievale. Oltre vent’anni di cospicui, spesso innovativi studi sono confluiti nel suo libro più noto, Il Ducato longobardo del Friuli, pubblicato nel 1975; una sua ulteriore pubblicazione di notevole importanza è La popolazione romana del Friuli longobardo (VI-VIII sec.), edita nel 1989. Dal 1958 B. è stato socio corrispondente della Deputazione di storia patria per il Friuli e nell’anno 1961 diventò deputato del medesimo Istituto; dal 1981 fu deputato emerito. Nel 1962 era stato nominato socio corrispondente dell’Accademia di scienze lettere e arti di Udine. Dopo essere stato ispettore onorario della Soprintendenza, ha rivestito la carica di direttore del Museo archeologico nazionale di Cividale dal luglio 1976 al settembre 1980. La sua bibliografia conta circa duecento titoli. ... leggi L’Università di Marburg (Germania) nel 1990 gli ha conferito la laurea honoris causa, quale tributo alla sua intensa divulgazione del grande patrimonio di conoscenze, prioritariamente sulla tematica longobarda, di cui è stato portatore internazionalmente apprezzato, e nel 2007 gli è stato assegnato il premio Amore per Cividale. B. è deceduto a Cividale del Friuli il 4 febbraio 2009.

Chiudi

Bibliografia

Dati biografici, attività di studio e bibliografia si trovano nel numero monografico appositamente dedicato a B. dell’annuario del Museo archeologico nazionale di Cividale «Forum Iulii», 33 (2009).

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *