BRUSCONI ANTONIO

BRUSCONI ANTONIO (1851 - 1928)

mobiliere

Immagine del soggetto

Arredi lignei per la sala da pranzo di palazzo Giacomelli a Udine, opera di Antonio Brusconi, 1881-1896 (Udine, Museo etnografico del Friuli).

Nacque a Udine nel 1851. Studiò alla Scuola d’arti e mestieri Giovanni da Udine e tenne bottega in via Paolo Sarpi e in piazza Venerio. Partecipò all’Esposizione di Udine del 1883 con mobili intarsiati, ma non disdegnò le sperimentazioni neogotiche nella chiesa di Bressa. Si specializzò nelle riprese in stile, tra cui predilesse il rinascimento, di cui dette buona prova negli arredi di molte farmacie udinesi: la farmacia Manganotti in via Poscolle, la farmacia Alla Loggia (1900), la farmacia Bosero (1899-1906) con una complessa struttura barocca. Simile a quest’ultima è l’arredo per la sala da pranzo di palazzo Giacomelli (1881-1896) in Udine con mobili imponenti, arricchiti con virtuosistici pannelli intagliati, opera di Costantino Serafini ed Emilio Bortolotti, probabilmente da mettere in relazione con l’arredo di palazzo Valvason Morpurgo. Il mobilificio Brusconi fu premiato con medaglia d’oro all’Esposizione regionale di Udine del 1903, che segnò l’adesione allo stile art nouveau, che caratterizzò molti arredi privati e le parti in legno per la chiesa di San Marco del Friuli (1900 ca.). La struttura massiccia, talora alleggerita da vani a giorno, era letteralmente ricoperta con applicazioni di fiori dal naturalistico modellato. B. partecipò alla Esposizione di Milano del 1906 e a quella di Torino del 1911, per poi dedicarsi a committenze private e pubbliche, tra cui prestigiosi furono l’esecuzione della sala riunioni della Cassa di risparmio di Udine (1925) e l’arredo per la sala di giunta del palazzo comunale di Udine (1926), minuziosamente intagliato e decorato con applicazioni di bronzo dorato. La morte lo sorprese nel 1928 mentre stava lavorando alla porta di comunicazione con la Sala Aiace.

Bibliografia

G. DEL PUPPO, La chiesa di San Marco del Friuli, Udine, Patronato, 1902; DAMIANI, Arte del Novecento I, 117; E. BARTOLINI - G. BERGAMINI - L. SERENI, Raccontare Udine. Vicende di case e palazzi, Udine, Istituto per l’Enciclopedia del Friuli Venezia Giulia, 1983, 107, 172, 254, 349; G. BUCCO, La produzione del mobile tra Liberty e Razionalismo, in EMFVG, Aggiornamenti, III, 585-616; EAD., Vicende di ebanisti e mobilieri friulani tra Ottocento e Novecento, in Il mobile friulano fra tradizione e innovamento. Catalogo della mostra, a cura di T. RIBEZZI, Udine, AGF, 1989, 38-42; EAD., Gli arredi interni di Raimondo D’Aronco nel Municipio di Udine, «R.tec.», 48/6 (1997), 27-30; EAD., Il labile confine tra arte e artigianato. Per una storia delle arti applicate in Udine, in Arti a Udine, 2000, 200-237, 425; EAD., La Chiesa di San Marco del Friuli, Udine, Deputazione di storia patria per il Friuli, 2005, 33-34; EAD., Le Chiese di Bressa, Udine, Deputazione di storia patria per il Friuli, 2005, 20-21; Palazzo comunale, 165-169.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *