CAPORIACCO (DI) GINO

CAPORIACCO (DI) GINO (1932 - 2001)

studioso, saggista, pubblicista, politico

Immagine del soggetto

Gino di Caporiacco.

Nacque a Udine il 3 novembre 1932. Conseguito il diploma di geometra nel 1953, esercitò la libera professione e dal 1957 al 1993 fu redattore e direttore di «Geometri in Friuli», «Rivista dei geometri delle Tre Venezie», «Geometri informazione». Nel 1962 iniziò sulle pagine del «Messaggero Veneto» l’attività di pubblicista, proseguita sino ai suoi ultimi giorni; dal 1967 al 1978 particolarmente intensa fu la collaborazione al quotidiano «Friuli Sera», fondato da Alvise De Jeso; numerosissimi suoi articoli apparvero anche su «Il Gazzettino», «La Vita Cattolica», «Il Friuli – Rivista turistica della regione», «Il Friuli», «Friuli d’oggi», «Corriere del Friuli», «La Panarie», «Sot la nape», «Ce fastu?», «Il Pignarûl», «Voce Isontina». Nel 1968 fu, con Fausto Schiavi e Corrado Cecotto, uno dei tre consiglieri regionali eletti nelle liste del Movimento Friuli, fondato a Udine il 9 gennaio 1966, anno in cui C. pubblicò le sue prime opere a carattere storico: 1866-1966. Friuli cent’anni e 1866. La liberazione del Friuli. Uscì dal consiglio regionale nel 1973; dal 1970 al 1975 e dal 1980 al 1985 fu consigliere comunale di Udine, dove continuò a battersi, da indipendente, per l’istituzione dell’Ateneo friulano. Il 10 febbraio del 1972 fu tra i fondatori del comitato per l’Università friulana e nel 1973 fondò il «Corriere del Friuli», tramite il quale poté influire sull’opinione pubblica e sulle decisioni del consiglio regionale, che il 9 luglio 1974 approvò l’ordine del giorno con il quale si chiedeva allo Stato la realizzazione di una sede universitaria autonoma a Udine. Le numerose monografie di C. ebbero come temi principali la città di Udine (Origini e sviluppo della città di Udine, 1969; Udine, appunti per la storia, 1972; Udine e il suo territorio dalla preistoria alla latinità, 1976), l’emigrazione dei friulani (Storia e statistica dell’emigrazione dal Friuli e dalla Carnia, I-II, 1967 e 1969; Coloni friulani in Argentina, Brasile, Venezuela, Stati Uniti, 1978; L’emigrazione dalla Carnia e dal Friuli, 1983) e l’autonomia regionale (Storia di un’idea. ... leggi La Regione Friulana (1945-1947), 1978; Fausto Schiavi. Una battaglia per il Friuli, 1982; Venezia Giulia, la regione inesistente, 1978; La primavera friulana dell’autonomismo, 1999; Dalla regione mai nata alla regione mal nata: saggi sul Friuli e sulla Venezia Giulia, 2002). Altre opere riguardano il suo ambito professionale: Storia dei periti pubblici, agrimensori, geometri in Friuli, 1966 e 1945-1985. Quarant’anni di vita del Collegio dei geometri di Udine, 1985. Molti anche i saggi minori, in cui C. diede prova di saper coniugare la multidisciplinarità alla padronanza degli specifici strumenti di ricerca in ciascun campo. Morì il 28 luglio 2001.

Chiudi

Bibliografia

C. ROSSETTI, L’Università di Udine. Eventi e personaggi della nascita di un ateneo, Padova, Il Poligrafo, 1994; E. SEGALLA, Anticorpi per la Padania, «MV», 13 giugno 1996; T. PETRACCO, La lotta per l’Università friulana, Udine, Forum, 1998; A. GARLINI, La lingua muore, la storia resta, «Il Gazzettino», 15 maggio 1999; D. PECILE, È morto Gino di Caporiacco, «MV», 2 luglio 2001; A. BARACETTI, Un friulano moderno, ibid., 3 luglio 2001; G. GARDENAL - A. PERSIC, Il sogno di Petracco, ibid., 12 luglio 2001; G. ELLERO, Di Caporiacco. Addio al Pascal del Friuli, «Il Gazzettino», 19 luglio 2001; ID., Uno storico atipico, in Studi friulani, a cura di G. BERGAMINI - G. ELLERO, Udine, Deputazione di storia patria per il Friuli, 2005, 13-18; A. BARACETTI, Gino di Caporiacco consigliere regionale 1968-1973, ibid., 19-40; G. ELLERO - S. VOLPE, Bibliografia di Gino di Caporiacco, ibid., 191-206; www.dicaporiacco.it.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *