DA RIO NICOLÒ

DA RIO NICOLÒ (1765 - 1845)

naturalista

Immagine del soggetto

Frontespizio dell'Elogio funebre del cavaliere Nicolò Da Rio con ritratto ad incisione del naturalista nell'antiporta, Padova 1845.

Nacque a Padova il 5 agosto del 1765, primogenito di Girolamo e di Maria Campelli. Fin da giovane manifestò grande interesse per la scienza e per le discipline naturalistiche in particolare. Si dedicò alla mineralogia e alla geologia concentrando i suoi studi sul Veneto, specialmente sui Colli Euganei. Fu direttore degli studi filosofici e matematici dell’I. R. Università di Padova. Nell’autunno del 1789 fece un breve viaggio da Udine a Tolmezzo per visitare la famosa fabbrica Linussio e per osservare i danni del violento terremoto che si era verificato da poco in Friuli. Durante il viaggio ebbe modo di esaminare l’anfiteatro morenico tilaventino la cui origine glaciale, all’epoca, era sconosciuta. D. R. ipotizzò un’origine alluvionale, ritenendo che gli immensi accumuli di ghiaie e ciottoli fossero stati trasportati a valle dal Tagliamento e successivamente scavati e modellati dal fiume stesso a formare l’attuale anfiteatro. Comunicò i risultati delle sue osservazioni leggendo una memoria all’Accademia di Padova nel 1791, ma la memoria rimase inedita. Dopo la morte avvenuta nel 1845, il figlio Domenico fece stampare il manoscritto con il titolo: Sopra la causa della formazione d’alcune colline ghiaiose che si osservano nel Friuli in occasione delle nozze di Achille de Zigno.

Bibliografia

N. DA RIO, Sopra la causa della formazione d’alcune colline ghiaiose che si osservano nel Friuli, Padova, Tip. del Seminario, 1848.

EMFVG, Aggiornamenti, 1, 1984, 10-11; L. MENIN, Elogio funebre del cavaliere Nicolò Da Rio, Padova, Sicca, 1845; TELLINI, Giulio Andrea Pirona, 93.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *