GIUSTO DEL FRIULI

GIUSTO DEL FRIULI

docente di retorica

G., figlio di Nicolò di Cividale, nato anch’egli forse a Cividale, fu professore di retorica presso lo studio bolognese nella prima metà del XV secolo. Nel 1411 abitava a Bologna «in capella Sancti Andreae de Platisiis». Nonostante la lontananza G. intrattenne ottimi rapporti con la terra friulana. Nei primi anni del XV secolo, infatti, il delegato del comune di Udine, Giovanni Moisi, in una lettera al consiglio del comune friulano, scrisse di essersi consultato «cum magistro Iusto» per trovare un «magister regens» cui affidare le scuole di retorica e notariato della città. Inoltre maestro Nicolò di Giovanni Rugi da Borgo Ponte da Cividale, “scriptor et abbreviator” papale e amico intimo di G., affidò proprio a lui l’educazione superiore del figlio Pietronicolò e di Antonio, forse anch’esso figlio del Rugi. I libri che i due ragazzi portarono con loro a Bologna potrebbero essere i libri di testo richiesti dal corso di retorica del maestro G.: il Graecismus di Eberardo di Béthune, il Doctrinale di Alessandro da Villedieu, l’Eneide di Virgilio, il De consolatione di Boezio, le tragedie di Seneca, le satire di Giovenale, le commedie di Terenzio e la Rethorica ad Herennium.

Bibliografia

SCALON, Libri, 69, 70, 71; SCALON, Produzione, 277-280.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *