GUGLIELMO

GUGLIELMO (? - 1265)

notaio, scolastico

Canonico di Aquileia, dapprima notaio del patriarca, G. dal 1238 fu segnalato come “magister scholarum” del suo capitolo, quindi responsabile dell’istruzione musicale. Il 31 agosto di quello stesso anno donò al suo capitolo cattedrale dieci marche per la festa di S. Egidio. In quei tempi di accese lotte politiche si trattava forse di un tributo al santo nella cui Vita del X secolo si rivendicavano diritti territoriali di monaci contro le pretese dei vescovi di Nîmes. Nel 1243 G. prestò al capitolo la somma di 15 marche di denari da questo impiegate per ottenere l’assegnazione temporanea dell’avvocazia del paese di Muzzana. Durante la sua reggenza musicale, nel 1245 vennero istituite dodici prebende da assegnare a mansionari esperti nel canto. Nel 1247 «diede a domina Erburga abbadessa di S. Maria di Aquileia dieci marche percé facesse fare un antifonario per uso delle monache; diede ancora molti soldi di grossi veneciali per fare esso antifonario in due volumi, uno che serve per graduale e l’altro per antifonario». Versò altri due contributi per il medesimo scopo, uno nel 1248 e l’altro nel 1249. Morì il 23 marzo 1265, lasciando ai confratelli un Decretum Gratiani e disponendo una distribuzione di vino nel giorno del suo anniversario.

Bibliografia

BIANCHI, Indice, 282; VALE, Aquileia, 203; BIASUTTI, Cancellieri, 34; SCALON, Necrologium, 26, 47-48, 68, 79-80, 173, 232, 290, 291, 374, 405; SCALON, Libri, 23; SCALON, Produzione, ni 13-15, 43-44.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *