KRIVEC FRANCESCO

KRIVEC FRANCESCO (1907 - 1983)

fotografo

Immagine del soggetto

Il fotografo Mario Krivec (collezione privata).

Nacque a S. Lucia di Tolmino, oggi in Slovenia, il 12 settembre 1907, studiò ad Aidussina per diventare maestro, ma lasciò la scuola per arruolarsi nella Guardia di finanza. Fu assistente di Giovanni Paris nello studio fotografico di via Manin 9, a Udine, e gli subentrò nel 1933, conservandone parte dell’archivio; dopo un periodo in via Vittorio Veneto 3, sarebbe ritornato in via Manin, al civico 3. Si dedicò alla fotografia con entusiasmo, sperimentando varie tecniche di stampa e nel 1947 utilizzò per primo a Udine il colore, in particolare nella riproduzione di opere d’arte. Si affermò con il ritratto in studio, soprattutto femminile, inserendosi nel filone del pittorialismo divenuto «stile personale» di più «fotografi significativi», caratterizzando un ambito culturale in Friuli (Zannier, 2001). Fece ritratti di personaggi famosi dagli anni Trenta e Quaranta al dopoguerra, scrittori, giornalisti, attori di cinema e di teatro, musicisti e politici di passaggio in città. Tra gli altri: Clara Calamai, Pier Paolo Pasolini, Alcide De Gasperi e, tra i friulani, Chino Ermacora, Carlo Mutinelli, Siro Angeli. L’attività esercitata fino al 1982 documentò, oltre all’architettura, la vita cittadina nei vari aspetti, le celebrazioni militari e civili del periodo fascista, le distruzioni operate dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, gli spettacoli teatrali e musicali, le manifestazioni sportive, i luoghi del lavoro e del commercio degli anni Cinquanta, i mutamenti del costume nell’arco di mezzo secolo. ... leggi Tra le immagini pubblicate, un’affollatissima piazza Vittorio Emanuele il 10 giugno 1940 su «La Panarie» a introduzione dell’articolo L’Italia in armi. Tra i suoi reportages, le fasi di un intervento chirurgico a cuore aperto, eccezionale per l’anno 1947, eseguito all’ospedale di Udine. Con riconosciuta maestria si dedicò anche al restauro e alla riproduzione di ogni genere di fotografia. Presso la Biblioteca civica V. Joppi di Udine si conserva un album con trentatré fotografie, da lui donato e intitolato A S. M. il Re Imperatore Vittorio Emanuele III quale devoto omaggio a ricordo della memorabile giornata udinese. Udine, 20 giugno 1942. Il fotografo Francesco Krivec porge. Morì a Udine nel 1983. Il patrimonio di oltre 60.000 immagini (con i negativi su lastra e su pellicola) è stato conservato e ordinato dal figlio Mario. Si tratta di un patrimonio artistico e documentario, storico, culturale, antropologico, ancora da indagare e valorizzare. M a r i o, nato ad Aidussina l’8 agosto 1935, dal 1950 al 1968 aiutò il padre nello studio udinese, apprendendone tecniche e segreti; contemporaneamente frequentò il Liceo musicale Tomadini, diplomandosi in pianoforte nel 1957. Si dedicò all’insegnamento dell’educazione musicale nelle scuole medie, si avvicinò alla poesia e al teatro, ma continuò a coltivare la fotografia, che nel tempo amò, oltre che come forma espressiva, come strumento di interpretazione intimistica dell’ambiente circostante. Negli anni Ottanta si trasferì a Cividale. Compose brani musicali, organizzò esposizioni personali, pubblicò libri fotografici, come Vivere Cividale (Tricesimo, 1993) dove sfruttò il gioco delle luci e delle ombre imparato dal padre in immagini ora soffuse, ora dai contorni più decisi, in scorci e in aspetti della cittadina noti e meno noti. Sue fotografie di opere di artisti sono contenute in cataloghi editi dal comune di Cividale. Mostre personali furono dedicate a Cividale, al Monastero di S. Maria in Valle, al Mittelfest (edizione dedicata a Kafka). Documentò la manifestazione cividalese del Mittelfest dal 1992 al 2004 con centinaia di istantanee, ordinate in un prezioso archivio. L’esposizione Il lungo sguardo, promossa a Cividale dalla Società filologica friulana nel 2008 (18-28 luglio), ha presentato immagini di Mario «per il Mittelfest», affiancate a una selezione dal vasto corpus di Francesco. Mario fu presidente dell’Accademia musicale-culturale Harmonia e ne fu presidente; vi realizzò mostre, performance, dibattiti, il libro (con cd) Il mercato delle nuvole di Maurizio Cocco, musica e fotografie di Mario K. (1999), due guide, dedicate al Tempietto longobardo (2000) e alla Grotta d’Antro (2001), ricche di sue fotografie; inoltre Jentrade, Quaderno 0-2002, che contiene la storia delle vecchie osterie cividalesi. Un suo ritratto da tredicenne fu eseguito da Nino “Za” Zanini nel 1948. Morì a Cividale il 29 aprile 2005. Il suo patrimonio fotografico è ancora in fase di riordino. Nel 2009 la vedova Loretta Fasano ha depositato presso la Biblioteca dei Civici musei di Udine documentazione, conservata presso l’Archivio artisti, relativa all’attività di Mario, comprendente anche pubblicazioni di vario argomento corredate da sue fotografie.

Chiudi

Bibliografia

M. COCCO, Il mercato delle nuvole, musica e fotografie di M. Krivec, prefazione di A. Felice, commento ai testi musicali di R. Della Torre, Cividale del Friuli, Accademia musicale-culturale Harmonia, 1999; L. FASANO - M. KRIVEC, Oratorio di S. Maria in Valle (Tempietto Longobardo) di Cividale del Friuli, Cividale del Friuli, Accademia musicale-culturale Harmonia, 2000 (Forum Iulii, 1); I. CICUTTINI - L. FASANO - M. KRIVEC, Grotta di San Giovanni d’Antro. Pulfero-Udine, Cividale del Friuli, Accademia musicale-culturale Harmonia, 2001 (Forum Iulii, 2).

DBF, 437; I. ZANNIER, Fotografia in Friuli 1850-1970, Reana del Rojale (Udine), Chiandetti, 1979, 21; G. ELLERO, Breve storia della fotografia in Friuli, Udine, SFF, 1991, 36; Fotografia in Friuli tra Otto e Novecento, a cura di G. BERGAMINI - I. ZANNIER, Lestans, CRAF, 2001 (Quaderni, 6), 8; M. BLASONI, I Krivec, fotografi da riscoprire, «Messaggero del lunedì», 20 agosto 2007; L. FASANO, Il lungo sguardo. Mario Krivec (1935-2005), Cividale del Friuli, s.n., 2010.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *