MORELLI GIOVANNI PIETRO

MORELLI GIOVANNI PIETRO (1642 - 1686)

giurista

Nacque a Gorizia nel 1642 e sostenne a Graz, nel 1659, le proposizioni di filosofia che furono stampate e incise in rame ad Augusta con dedica al capitano della contea Ernesto Federico di Herberstein. Come il padre Francesco si applicò agli studi legali e a vent’anni, nel 1662, si laureò all’Università di Padova. Ritornato in patria, si dedicò con successo alle occupazioni del foro e iniziò a commentare le leggi municipali della contea. Nel 1667 pubblicò a Udine in latino, per i tipi di Nicolò Schiratti, la prima parte del primo libro dei commentari delle patrie costituzioni, dedicati agli Stati Provinciali di Gorizia che gli valsero una ricompensa di cento ungheri. Le due parti successive uscirono sempre a Udine nel 1669 e nel 1675. In virtù di quest’opera ottenne tanto credito nella contea da meritare l’appellativo di “Salamoncino”. Oltre ad alcuni consulti legali a stampa, pubblicò a Venezia nel 1680, nella tipografia di Antonio Tivani, il Jocus politicus per seria sapientium responsa, che testimonia la sua grande conoscenza della storia greca e romana. La morte prematura, avvenuta a Gorizia nel 1686, gli impedì di portare a termine i commenti all’ultima parte dello statuto patrio, nella quale erano comprese le costituzioni criminali.

Bibliografia

Mss BSI, Civica, 205, St. Pt. a 251.

DI MANZANO, Cenni, 133-134; CODELLI, Scrittori friulano-austriaci, 164; MORELLI, Istoria, III, 364-365; DI MANZANO, Annali, VI, 469; VALENTINELLI, Bibliografia, 228, ni 1627-1629; FORMENTINI, Contea di Gorizia, 46.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *