PANCIERA DI ZOPPOLA CAMILLO

PANCIERA DI ZOPPOLA CAMILLO (1851 - 1923)

amministratore pubblico, studioso

Immagine del soggetto

Camillo Panciera, in piedi al centro, con la famiglia nel cortile del castello di Zoppola, 1922 ca. (collezione privata).

Figlio di Nicolò e della bresciana Maria Gambara, nacque a Padova il 6 ottobre del 1851. Ancora fanciullo si trasferì nella città natale della madre, dove il padre era stato eletto prosindaco e deputato provinciale dopo la seconda guerra d’indipendenza. Tornò a Padova per completare gli studi, laureandosi in giurisprudenza nel 1874. Successivamente si stabilì a Zoppola per curare gli interessi che la sua famiglia aveva in Friuli. La passione civile, trasmessagli dal padre, lo portò nel 1885 ad assumere la carica di sindaco di Zoppola, carica che avrebbe mantenuto per trent’anni: la sua amministrazione segnò profondamente la vita del paese friulano con la nascita di diverse istituzioni agrarie e cooperative. Nel 1895 P. fu eletto consigliere provinciale di Udine: tra il 1904 e il 1907 sarebbe stato chiamato a presiedere lo stesso consiglio. Successivamente fu nominato primo presidente dell’Ufficio provinciale del lavoro. Agli interessi politici il conte affiancò sempre quelli culturali, in modo particolare per la storia della terra dei suoi avi. Membro della Deputazione veneta e friulana di storia patria, ispettore onorario per i monumenti e scavi nei mandamenti di Pordenone, Maniago, San Vito e Spilimbergo, tra il 1893 e il 1896, P. compì, in collaborazione con Federico Stefani, direttore dell’Archivio di Stato di Venezia, un’importante ricerca sul tracciato della via Postumia. Negli ultimi anni di vita, dopo la fine del primo conflitto mondiale, fu chiamato a sedere nel consiglio di amministrazione dell’ospedale civile di Pordenone. Morì a Zoppola il 5 maggio del 1923.

Bibliografia

Le carte di P. sono conservate in Archivio Panciera di Zoppola, Castello di Zoppola (Pordenone), 116-125.

C. PANCIERA DI ZOPPOLA, Le ricerche della Postumia (1893-1896), a cura di A. D’AGNOLO - P. CEOLIN - E. DUSSO, San Vito al Tagliamento, Gruppo archeologico Cellina Meduna “co. Giuseppe di Ragogna”, 2004.

Cent’anni a Zoppola. Il XX secolo tra cronaca e storia, a cura di P.C. BEGOTTI, Zoppola, Pro loco di Zoppola, 2002, 44.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *