PRATA (DI) GUECELLO

PRATA (DI) GUECELLO

uomo d’armi, podestà di Treviso

Figlio del nobile Gabriele, nacque nella prima metà del XII secolo. Nel 1164 assunse il comando militare dell’alleanza anti-trevigiana, guidata dal patriarcato di Aquileia. Sconfitto nella battaglia di San Michele oltre il Piave, venne fatto prigioniero. Il 18 settembre 1165 sottoscrisse un patto di cittadinanza con il comune di Treviso. Si avvicinò quindi politicamente a Ezzelino I da Romano e ne sposò la figlia Gisla. Nel 1177 era a Venezia per partecipare, insieme con altri importanti esponenti della nobiltà regionale, ai trattati di pace tra l’Impero e i comuni della Lega lombarda. Tra il 1179 e il 1181, in qualità di podestà di Treviso, si impegnò nell’opera di pacificazione dell’antica Marca veronese. Negli anni seguenti si riavvicinò gradualmente alle posizioni aquileiesi: nel 1188 il patriarca Goffredo lo investì di tutti i beni che suo padre Gabriele aveva ricevuto in feudo dalla Chiesa di Aquileia in Friuli e altrove. Nel 1190 G. aderì all’alleanza anti-trevigiana promossa dal patriarcato: nel 1193, insieme al figlio Gabriele, assediò Oderzo; la rapida controffensiva nemica sul castello di Brugnera lo costrinse però ben presto a ritirarsi oltre il Livenza. Nonostante le difficoltà del nobile pratese, le truppe patriarcali riuscirono ad avere la meglio su quelle trevigiane. Le parti in lotta si affidarono quindi ad un arbitrato ma, alla lettura della sentenza, Treviso decise di non rispettarne i termini. Il conflitto riprese. Il 17 settembre 1199 G., sconfitto, fu costretto a sottoscrivere un secondo patto di cittadinanza con Treviso, sulla base del quale il suo casato si riconosceva di fatto vassallo del comune, cedette il castello di Brugnera e si impegnò a garantire la sicurezza delle strade della propria giurisdizione per i mercanti trevigiani. Il nobile pratese morì di lì a poco, probabilmente nei primi anni del 1200.

Bibliografia

E.S. PORCIA DEGLI OBIZZI, I primi da Prata e Porcia, Udine, Tipografia Del Bianco, 1904, 32-39, 90, 99, 110, 134; G. PUIATTI, Annali di Prata, Pordenone, Arti Grafiche Cosarini, 1964, 20-23; PASCHINI, Storia, 267, 281-284, 287-288; L. ZANIN, Le origini dei signori di Prata e il loro ruolo nelle vicende del Friuli fra i secoli XI e XV, in Una signoria territoriale nel Medioevo. Storia di Prata dal X al XV secolo, a cura di P.C. BEGOTTI, San Vito al Tagliamento, Comune di Prata di Pordenone, 2007, 33-144, 50-69.  

Nessun commento