SEPPENHOFER CARLO

SEPPENHOFER CARLO (1854 - 1908)

alpinista, erudito

Diversamente dal fratello Antonio, che nei suoi scritti trattò soltanto temi alpinistici, S. (era nato a Gorizia il 6 ottobre 1854 e vi morì il 28 gennaio 1908), ugualmente impegnato nell’alpinismo, pubblicò relazioni e vari articoli o aneddoti principalmente di interesse storico e di carattere erudito in un contesto apertamente irredentistico; fu bibliotecario civico e consigliere comunale. Affidò gli scritti di carattere alpinistico agli «Atti e memorie della Società alpina delle Giulie», mentre i frutti delle sue ricerche archivistiche comparvero nelle «Pagine friulane» tra il 1891 e il 1901. Nel primo genere si distingue la sua Relazione della Grotta di Locavizza (1887, 53-54), e nel secondo la Miscellanea che contiene notizie su toponomastica e tradizioni goriziane, tra cui Un albero perseguitato, il Corpo civico, l’arcivescovado, le tombe dei reali di Francia; ci sono riferimenti anche al Trentino (Udine, 1899). Pubblicò inoltre Guerra fra la Repubblica veneta e l’Austria: presa di Cormons e Gorizia, 1508 [«Pagine friulane», 13 (1901), 24-62] e i saggi nel friulano goriziano (non ancora definito sonziaco, ma con i suoi caratteri): I fuflos di Pudigori, 1895; Un rimedi radical, 1899; Il tumulto dei Tolminotti nell’anno 1713; Poesie di quell’epoca (Gorizia, 1901). Alcuni opuscoli sono stati poi da lui offerti in occasione di nozze.

Bibliografia

Oltre ai titoli citati, di C. Seppenhofer si segnala: Brevi cenni sulla valle del Vipacco, Gorizia, Paternolli, 1889; Una salita al Canino dall’Ursic, «Atti e memorie della Società alpina delle Giulie», (1893), 161-168; Un quadro di Palma il Vecchio che esisteva a Gorizia […], «Pagine friulane», 13 (1899), 199; Il dott. Gian Giuseppe Barzellini, ibid., 14 (1900), 175-176; Materiali per la storia del Friuli, «Pagine friulane», 14 (1900), 184; Notizie sul castello di Duino, ibid., 198-200; Il fratricidio di Villalta, Gorizia, Paternolli, 1901 (in nozze d’argento Perinello-Seppenhofer); Lettere inedite del Conte Sigismondo Attems al p. Bernardo Maria Rubeis e al conte Daniele Florio (1745-1747), Gorizia, Paternolli, 1901; Altre lettere del Conte Sigismondo Attems a diversi personaggi (1747-1748), Gorizia, Paternolli, 1902.

La morte di C. S., «Il Corriere friulano», 29 gennaio 1908; G. HUGUES, C. S., «MSF», 4 (1908), 152; S. TAVANO, C. e A. Seppenhofer, «Alpinismo goriziano», 42/2 (2008), 3; ID., Cultura alpina a Gorizia tra ’800 e ’900, in Echi dalle Alpi Orientali. 125 anni di cultura alpina a Gorizia, Gorizia, Alpinismo goriziano, 2008, 8-11.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *