TORRE (DELLA) FRANCESCO

TORRE (DELLA) FRANCESCO (1508 - 1586)

capitano di Gorizia

Nacque nel 1508, figlio di Vito (del ramo dei della Torre di Santa Croce) e della milanese Bianca Polissena Simonetta, e visse la prima parte della sua vita a Vienna, dove fu gentiluomo di camera e siniscalco di Anna, moglie di Ferdinando I. Dagli anni Trenta del secolo fu al servizio dell’arciduca Ferdinando, di cui fu l’istitutore. Nel 1542 venne nominato capitano di Gorizia, carica che esercitò con grande capacità, facendo tra l’altro costruire un granaio pubblico ed una nuova ed autonoma sede per gli Stati provinciali, organo di governo che il d. T. volle contemporaneamente rivitalizzare e rinnovare profondamente. Curò anche il rilancio economico della contea, non senza organizzare opere di difesa e di ordine sociale, e regolando con decisione il prelievo fiscale. Si sposò due volte ed ebbe sette figli. A partire dal 1553 la sua presenza in città non fu più costante, essendosi trasferito presso l’arciduca Ferdinando, principe ereditario del Tirolo, come “maggiordomo maggiore”. Il cambio di residenza si accompagnò anche alla conversione del d. T. al luteranesimo. Al servizio dell’arciduca venne investito di incarichi di primaria importanza sia per l’amministrazione della corte che per la politica estera (nel 1575, ad esempio, venne inviato in Polonia per l’elezione del successore di Enrico di Valois). Mantenne, tuttavia, la carica di capitano di Gorizia fino alla morte, avvenuta nel 1586.

Bibliografia

MORELLI, Istoria, I, 106-107; S. CAVAZZA, Il capitanato di Francesco Della Torre, in Divus Maximilianus, 160-174; ID., Lingue, società, religione, Ibid., 285-301: 296-298; ID., I Della Torre di santa Croce, Ibid., 26-232: 227-229.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *