AGOSTINO DA LATISANA

AGOSTINO DA LATISANA (1629 - 1713)

cappuccino, storiografo dell'ordine

Nacque a Latisana da famiglia nobile il 5 febbraio 1629 ed entrò nell’ordine dei frati minori cappuccini a Conegliano il 22 agosto 1646 a soli sedici anni, abbandonando il nome secolare di Carlo Morossi. Fu lettore di filosofia e teologia, vicario, guardiano e superiore della provincia nel 1672, 1678 e 1684; consultore del commissario del Sant’Uffizio Giulianetti a Ceneda e, infine, commissario generale e visitatore della provincia di Brescia in date imprecisate, definitore generale nel 1691 e nel 1698. Per il veto della Spagna, non fu eletto ministro generale dell’ordine nel 1698, opponendovisi un confratello iberico. Divenne ministro generale nel 1702 per volere di Clemente XI. Lasciò manoscritte numerose opere conservate nell’archivio dei cappuccini di Mestre. Tra queste gli Otia, una raccolta di tutte le risoluzioni dei capitoli dell’ordine, vari Promptuaria, dubia relativi alla vita cappuccina e una nuova edizione della Regola e testamento del serafico p.s. Francesco et le costituzioni dei frati minori, del 1703. Diede alle stampe, corredandola di alcune aggiunte, l’opera del confratello Didaco Sgroi da Messina, Lux praelatorum uscita a Venezia nel 1673. Nel 1712 dispose la pubblicazione a Milano di Chorographica descriptio provinciarum et conventum ff. min. s. Francisci capuccinorum, atlante geografico dell’ordine cappuccino compilato dal padre Giovanni Battista da Cassine, composto di 62 tavole, che ampliava e correggeva le precedenti edizioni della stessa Descriptio, promosse dal p. Giovanni Moncalieri (Torino 1649 e 1654). L’opera voleva adeguare la Descriptio alle nuove forme assunte dall’ordine cappuccino, alle sue nuove province ed espansioni, ma anche correggere le carte geografiche secondo le nuove tecniche della cartografia. Morì a Venezia il 4 gennaio 1713.

Bibliografia

Vari manoscritti sono conservati nell’archivio dei cappuccini di Mestre.

D. SGROI, Lux praelatorum, a cura di AGOSTINO DA LATISANA, Venezia, Galimberti, 1703; GIOVANNI BATTISTA DA CASSINE, Chorographica descriptio provinciarum et conventum ff.min.s Francisci capucinorum, [a cura] di AGOSTINO DA LATISANA, Milano, Ramellati, 1712.

Lexicon capuccinum, Romae, Biblioteca Collegii internationalis s. Laurenti Brundusini, 1951, 148; M. DA POBLADURA, Agostino da Latisana, in DBI, 1 (1960), 484-485; DI MANZANO, Cenni, 136; B. ASQUINI, Cent’ottanta e più uomini illustri del Friuli, Venezia, Pasinello, 1735 (= Bologna, Forni, 1990), 60; F. PORENA, Un cartografo italiano del principio del secolo XVIII, «Memorie della Società geografica italiana», 5 (1895), 45-73; G.L. BERTOLINI, Un atlante francescano e il padre Agostino da Latisana, «MSF», 9 (1913), 318-319; C. MOROSSI, Su frate Agostino de Latisana e Francesco Morossi, Cividale, Tip. Stagni, 1913; FELICE DA MARETO, Tavole dei Capitoli generali dell’Ordine dei ff. minori cappuccini, Parma, Frate Francesco, 1940, 172, 178, 180, 181; G. CRISOSTOMO DA CITTADELLA, Biblioteca dei frati minori cappuccini della provincia di Venezia (1535-1939), Padova, Tip. del Seminario, 1944, 4-11 (con descrizione dei manoscritti); M. DA POBLADURA, Historia generalis ordinis fratrum min. capuccinorum, II/1, Romae, Istitutum historicum ord. fr. min. cap., 1948, 26, 29, 88, 95, 380, 418, 470; MARCHETTI, Friuli, II, 974.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *