CIPRIANI LORENZO GIUSEPPE

CIPRIANI LORENZO GIUSEPPE (1755 - 1829)

storico

Immagine del soggetto

Frontespizio del Saggio sull'antica Noreia di Lorenzo Giuseppe Cipriani, Gorizia 1799.

Originario di Cormons, nacque nel 1755. Compì gli studi filosofici a Lubiana, dove si perfezionò nella lingua tedesca. A Lubiana tradusse in tedesco una dissertazione sull’elasticità dell’acqua dedicandola al vescovo della città, Karl Johann Herberstein. Si trasferì in seguito a Vienna dove concluse gli studi giuridici. Rientrato a Gorizia, iniziò la professione di avvocato, senza però mai tralasciare gli studi e le pubblicazioni storico-erudite. Membro della Cesarea regia Società d’agricoltura di Gorizia, tenne per questa una serie di conferenze erudite, in seguito pubblicate. Tra le sue opere a carattere storico-erudito-scientifico, sono da ricordare Abusi nell’agricoltura (1793). Il C. vi tratta della sproporzione tra le terre e le forze dei coloni che le ricevono per la coltivazione; della soverchia piantagione di uve e della loro non corretta posizione; della negligenza nella coltivazione del grano; della penuria di prati e della mancanza di bestiame, temi tutti molto cari alla Società d’agricoltura che si proponeva di offrire suggerimenti per una agricoltura più moderna ed efficiente. Del 1799 è Saggi sull’agricoltura, arti e commercio degli antichi Veneti. Anche quest’opera stampata in Gorizia è dedicata alla Società di agricoltura. Dello stesso anno è il Saggio sull’antica Noreia, in cui oltre a dare delucidazioni in merito alla posizione geografica dell’antico sito, propone una riflessione sulla potenzialità dell’Isonzo quale via fluviale. L’opera è dedicata al conte Francesco Thurn Hoffer e Valsassina, vicepresidente della Società di agricoltura di Gorizia. ... leggi Nella introduzione, il C. afferma che, pur preso dalle incombenze della sua professione forense, è tuttavia preso dagli studi «di genio e di piacere». Fu autore del Piano di novella strada commerciale da Aquileia, per Gorizia, a Villacco proposto alla C. R. Società agraria di Gorizia del 1803. Si cimentò anche con i versi. Nel 1828 pubblicò a Udine nella tipografia Vendrame un’ode intitolata Il delizioso romitaggio di San Mauro a piè delle Alpi noriche dirimpetto alle ruine dell’antica Noreja. Gli viene attribuita anche l’opera Riflessioni sopra il commercio antico ed attuale stato di Aquileia. Per servire di supplemento alla Storia del commercio degli antichi del sig. Uetio, e per comprendere assieme la vera situazione de’ porti austriaci sull’Adriatico, Vienna, Stamperia privilegiata di Giuseppe Nobile de Baumeister, 1786. Secondo Valentinelli e Melzi invece l’autore di quest’opera sarebbe Luigi Baroni. Morì a Gorizia, dove risiedeva in contrada Studeniz, il 27 gennaio 1829.

Chiudi

Bibliografia

Archivio parrocchiale duomo di Gorizia, Liber mortuorum, III.

L.G. CIPRIANI, Abusi nell’agricoltura, Gorizia, Tommasini, 1793; ID., Saggi sull’agricoltura, arti e commercio degli antichi Veneti, Gorizia, de’ Valeri, 1799; ID., Saggio sull’antica Noreja, Gorizia, de’ Valeri, 1799; ID., Piano di novella strada commerciale da Aquileia, per Gorizia, a Villacco proposto alla C. R. Società agraria di Gorizia, Gorizia, de’ Valeri, 1803, ID., Ode, Udine, Vendrame, 1828.

VALENTINELLI, Bibliografia, no 1947, 265; A. DE CLARICINI, Gorizia nelle sue istituzioni e nella sua azienda comunale durante il triennio 1869-1871, Gorizia, Seitz, 1873, 387; C. COMBI, Saggio di bibliografia istriana pubblicato a spese di una società patria, Capodistria, Tondelli, 1864 (= Bologna, Forni, 1967), 161-162, 268; DI MANZANO, Cenni, 60.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *