FERRUZIO GIROLAMO

FERRUZIO GIROLAMO (1500 - ?)

liutista, compositore

Non si conosce nulla della vita di G. F. liutista udinese autore di una raccolta di musica per liuto manoscritta, composta di quarantotto fogli e databile alla fine del secolo XVI: Intabulatura di lauto Fior di virtù intitolata, composta per mano di ms. Hyeronimo Ferrutio di Udine sonatore eccellentissimo con molti novi Balli, passi mezi, padoane et saltarelli da lui novamente a utilità degli virtuosi posta in luce. Il manoscritto, venduto nel 1953 dall’antiquario Otto Haas di Londra, contiene 25 balli (una decina di saltarelli, sette passamezzi, cinque padovane, ecc.) che mostrano qualche collegamento con balli editi da G. Mainerio, come ad esempio la singolare presenza del ballo dell’Ortolano. Circa le circostanze della sua compilazione al momento nessuna indicazione utile sembra potersi ricavare dai quattro versi latini che si trovano scritti con grafia poco leggibile nel foglio di guardia anteriore né dai quattro del foglio di guardia posteriore: «Hoc tegitur sacro Lucretia Persia busto | Clara atavis Tuscis, coniuge, prole sua | Corpore formoso nova floruit heroina, | Floruit et sancta laude pudicitia» // «Omnes admiratione, Titiane, afficimur: | te omnibus virtutibus esse ornatum, | Literis graecis praecipueque latinis | omnes sonandum fidibus superare». Difficile dire chi sia questa «Lucretia Persia» di origine etrusca, nuova eroina per bellezza e pudicizia (Pressacco lesse invece «Lucretia Porcia» e interpretò la quartina come una dedicatoria della raccolta a lei), così come il virtuoso e dotto Tiziano invocato nella seconda. Neppure pare possibile identificare il F. liutista con Girolamo Ferruzzi (Ferrutius) umanista, revisore e annotatore de L’antichità di Roma di Andrea Fulvio antiquario romano edita «In Venetia, per Girolamo Francini libraro in Roma all’insegna del fonte, 1588» dal momento che l’umanista si definisce romano nel frontespizio dell’edizione da lui curata.

Bibliografia

Ms Rochester Sibley Library, Vault M 140 F 398, Intabulatura […] composta per mano di ms. Hyeronimo Ferrutio di Udine […].

Répertoire international des sources musicales, B VII, Handschriftlich Überlieferte Lauten -und Gitarrentabulaturen des 15. bis 18. Jahrhunderts. Beschreibender Katalog von Wolfgang Boetticher, München, G. Henle Verlag, 1978, 301-302.

CATTIN E C., La musica e le istituzioni, 483; S. ROCCO, L’intavolatura di liuto Fior di Virtù di Hyeronimo Ferrutio da Udine, t.l., Università degli studi di Bologna, DAMS, a.a. 1984-1985; G. PRESSACCO, Echi arcaici nella musica friulana del Cinquecento, «Atti dell’Accademia di scienze lettere e arti di Udine», 83 (1990), 152-168: 149-150; ID., Sermone, cantu, choreis et … marculis. Cenni di storia della danza in Friuli, Udine, SFF, 1991, 91, 117-118; R.K. FALKENSTEIN, The Late Sixteenth-Century Repertory of Florentine Lute Song, State University of Buffalo (New York), Doctoral-dissertation, 1997.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *