FRINTA PROCOPIO

FRINTA PROCOPIO (1803 - ?)

musicista, insegnante

Stando ad un documento reso noto dallo storico Giuseppe Radole, il musicista nacque nel 1803 nella città boema di Kamerburg. Dal 1825 fu insegnante di violino e pianoforte all’Istituto filarmonico di Gorizia e nella stessa cittadina sposò Gioseffa Gobbi, figlia del violinista goriziano Ignazio Gobbi. Nel 1828 lasciò il capoluogo isontino per accettare la nomina, con un contratto quinquennale, a maestro di cappella del duomo di San Vito al Tagliamento. Qui si distinse anche nell’insegnamento impartito a numerosi giovani, ma al termine del quinquennio ritornò a Gorizia, per occupare il posto di primo violino e direttore d’orchestra nel Teatro di Società; analoghi incarichi svolse nel Teatro della Nobile società di Udine durante la fiera di S. Lorenzo dell’anno 1835. Nuovamente si allontanò da Gorizia nel gennaio 1839 per dirigere l’Istituto musicale di Trento, ma pochi mesi dopo la Deputazione trentina non lo confermò nell’incarico e F. rientrò definitivamente a Gorizia. Dal 1840 al 1842 fu organista della metropolitana e negli stessi anni sviluppò un progetto per costituire una nuova Scuola di musica e di canto, intento che le autorità governative accettarono nel 1842, ma il musicista boemo venne escluso dall’organico dei docenti. Intorno alla metà del secolo abitava con la moglie sempre a Gorizia, in contrada dei Macelli n. 489. Nel 1860 concorse senza successo al posto di direttore della cappella civica di Trieste, incarico che venne assegnato al maestro Giuseppe Rota. Oltre ad essere autore di alcuni brani di musica sacra, F. era esperto collaudatore di organi: nel 1862 inaugurò il nuovo strumento costruito dall’organaro boemo Andrej Ferdinand Malahovsky per la parrocchiale di Moraro e nel 1864 collaudò l’organo di Medea, opera del carnico Pietro Antonio De Corte.

Bibliografia

A. ALTAN, Memorie storiche della terra di San Vito al Tagliamento, Venezia, Picotti, 1832, 48; F. METZ, Notizie storiche sugli organi, gli organisti e i maestri di cappella della Terra di S. Vito al Tagliamento, in Studi sanvitesi. Atti della giornata di studio (San Vito al Tagliamento, 12 novembre 1978), Udine, AGF, 1980 (Antichità Altoadriatiche, 16), 132-133; G. RADOLE, La Civica Cappella di San Giusto in Trieste, in La Civica Cappella di San Giusto. 450 anni di musica a Trieste 1538-1988, Trieste, Comitato Cappella civica 450, 1989, 98; A. CARLINI - C. LUNELLI, Dizionario dei Musicisti nel Trentino, Trento, Comune e Biblioteca civica, 1992, 156; ARBO, Musicisti, 75, 81, 95, 96, 99-100, 103, 108, 110, 135, 268; NASSIMBENI, Paganini, 57; NASSIMBENI, Gorizia, 169, 250, 257, 271.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *