GRACCO ANTONIO

GRACCO ANTONIO (1785 - 1881)

maestro di canto, musicista, commerciante

Nato a Trieste fra il 1795 e il 1796 e dedicatosi senza fortuna al commercio di manifatture, G. si trasferì a Gorizia, dove approfondì gli studi musicali di clavicembalo, organo e contrappunto. Nel 1823 collaborò al progetto di rappresentare una sua farsa alla nuova Società filarmonica e, più tardi, presso la scuola di musica che ad essa afferiva e che promuoveva manifestazioni concertistiche. Dopo qualche anno di inattività dell’istituto, nel 1835 ne riprese le redini, definendosi maestro di canto, pianoforte e chitarra, ma è documentata solo l’organizzazione di trattenimenti sporadici e non la didattica. Infine presiedette la Società filarmonica-drammatica a palazzo de Grazia e chiuse la sua esistenza nell’Istituto di beneficenza di Gorizia, dove morì nel 1881. Nel suo inventario del 1832 risultava possedere circa 1.200 documenti musicali a stampa e manoscritti delle copisterie Vicentini e Carpanin di Trieste. Predilesse trascrizioni ed elaborazioni del repertorio operistico italiano, in stile cameristico da salotto, e trascurò la tradizione strumentale europea centro-settentrionale, diffusasi soltanto qualche decennio più tardi a Trieste. Con vari insiemi strumentali – quasi onnipresente la chitarra – nella sua raccolta sono numerose le opere didattiche, dai gorgheggi di Rossini alle scale di padre Mattei, dai brani a carattere divulgativo alla musica sacra; talvolta risulta esserne il compositore. Nella seconda metà dell’Ottocento un parente, Eugenio Pavani, donò alla Biblioteca civica A. Hortis di Trieste circa 450 numeri superstiti della sua collezione.

Bibliografia

A. ARBO, I fondi musicali dell’Archivio storico provinciale di Gorizia, Gorizia, Provincia di Gorizia, 1991, 18-19, 32-36, 41; M. CANALE DEGRASSI, Sulla Società Filarmonica di Gorizia, in Ottocento goriziano. 1815-1915. Una città che si trasforma, a cura di L. PILLON, Gorizia, LEG, 1991; Musica a tutto tondo. I manoscritti musicali della Biblioteca civica di Trieste, a cura di F. DE VECCHI, Trieste, Comune di Trieste/Biblioteca civica Attilio Hortis, 1996; Trieste. Biblioteca civica. Manoscritti piccolominei. Manoscritti musicali, a cura di A. ZEMBRINO - P.P. SANCIN, Firenze, Olschki, 1997, 121-127; ARBO, Musicisti, 84, 93.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *