LUZZATTO GEROLAMO

LUZZATTO GEROLAMO (1876 - ?)

architetto

Nato a Costantinopoli il 14 luglio 1876, si inserì nell’ambiente goriziano intorno ai primi anni del Novecento, dapprima come collaboratore dell’architetto Emilio Luzzatto (si pensi al disegno e alla realizzazione della casa per Raimondo Luzzatto tra il 1904 e il 1905, attuale edificio di corso Italia 178 a Gorizia) e successivamente in proprio, come risulta dalla dicitura apposta sui suoi progetti: «architetto e costruttore edile autonomo». L., come ha giustamente osservato Sergio Tavano, iniziò una serie di lavori nei quali introdusse, con scelte raffinate e sicura intelligenza, i temi della secessione, padroneggiando l’innovativo linguaggio Liberty senza cedere però alla ricerca dell’effetto o al kitsch. Lo dimostrano i progetti della casa per Alberto Jona del 1909-1910 (attuale corso Italia 182) e più ancora quello per l’attuale edificio di via Codelli 11 (già Banca d’Italia), realizzato nel 1912. Tuttavia, il suo nome è celebre soprattutto per il tempietto circolare realizzato nel 1914 presso il parco di villa Coronini Cronberg, ubicata in viale XX Settembre. Suoi furono anche gli importanti interventi di restyling in chiave Liberty della trattoria Gyra (in via Boccaccio), datati 1907-1909, e quello di casa Sticsa, datato 1909-1910 (attuale via Rastello 41). In altri edifici L. sviluppò in seguito temi nuovi e più complessi con torrette o avancorpi su basi tipiche di certa cultura austriaca: si pensi a villa Elda (casa Morpurgo, situata alla fine di via Diaz), datata 1910-1913, alla sua casa sita in via Canova 13, datata 1910-1911, o ancora a villa Venuti, progettata nel 1912.

Bibliografia

Opere di G. Luzzatto: Casa civile abitazione dell’avv. Raimondo Luzzatto, «L’Architettura italiana», 2/12 (1907), 49; Casa del signor Pietro Guglielmi in Gorizia, ibid., 3/1 (1907), 4; Casa Batan in Gorizia, ibid., 3/4 (1908), 16; Sepolcreto Degrassi nel cmitero d’Isola (Istria), ibid., 5/5 (1910), 52-55; Casa civile d’abitazione Alberto Jona in Gorizia, ibid., 5/12 (1910); Villino signora Bozzini-Luzzatto in Gorizia, ibid., 7/5 (1912), 55-57; 137-139; Casa di civile abitazione del Sig. A. Sgauz, ibid., 8/8 (1913), 86-89; Palazzina Morpurgo in Gorizia, ibid., 8/11 (1913), 126-128; Nuova sede della Filiale della Banca Austro-Ungarica in Gorizia, ibid., 9/12 (1914), 138-145.

N. CARBONI TONINI, Eclettismo e liberty nell’architettura a Gorizia, «AFT», 8 (1985), 209-210; S. TAVANO, Architettura a Gorizia 1890-1990, «Ce fastu?», 68 (1992), 210-212; A. CEDARMAS, La comunità israelitica di Gorizia (1900-1945), Udine, IFSML, 2000, 264.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *