PIACENTINI MUZIO

PIACENTINI MUZIO (1525 - ?)

notaio, letterato

Nacque a Udine intorno alla metà del Cinquecento. Intraprese la carriera di notaio, ma seppe coltivare insieme alla sua professione l’interesse per la letteratura e la poesia. I suoi scritti, in tutto una quindicina, furono pubblicati in diverse città italiane: Padova, Venezia, Verona, Brescia, Roma, Firenze, Bologna, Ferrara, Treviso e infine Udine, con lettere di dedica indirizzate a importanti personalità dell’epoca. Assai scarse sono le notizie che rimangono sul P. Fu a Bologna nell’ultimo decennio del Cinquecento, come testimoniano due orazioni intitolate De synodis, earumq. praestantia, et utilitate, oratio Mutij Placentinij Foroiuliensis, habita in Synodo Bononiensi VII kal. Octob, 1593 e l’Oratio Bononiae habita in funere Gasparis Taliacotii, viri in utraque medicina medicorum sua tempestatis omnium facile principis, a Mutio Placentinio foroiuliensi VII kal. decembris (1599). In seguito soggiornò a Roma dove probabilmente strinse amicizia con importanti personalità dell’editoria e della cultura, come Paolo Manuzio e Fulvio Orsini. Tra le sue amicizie ricordiamo, inoltre, il letterato padovano Antonio Quarenghi, Carlo Sigonio, il cardinale Cinzio Aldobrandini e, fra i suoi compatrioti, Esiodo Sporeno e il cardinale Francesco Mantica, tutti celebrati nei suoi componimenti. Scrisse carmi, canzoni e orazioni in pubblicazioni per nozze o dedicati a regnanti e ad autorità veneziane; le sue opere furono stampate tra la fine degli anni Settanta e gli anni Novanta e sono per lo più scritti d’occasione di poche carte ciascuno, pubblicati in forma autonoma. Qualche sua rima fu accolta anche in alcune raccolte dell’epoca, come ad esempio nelle Lagrime di diversi nobilissimi spiriti in morte de la molto illustre signora Lucina Savorgnana Marchesi (1599).

Bibliografia

M. PIACENTINI, De synodis, earumq. praestantia, et utilitate, oratio Mutij Placentinij Foroiuliensis, habita in Synodo Bononiensi VII kal. Octob, 1593, Bologna, Benecci, 1593; ID, Oratio Bononiae habita in funere Gasparis Taliacotii, viri in utraque medicina medicorum sua tempestatis omnium facile principis, a Mutio Placentinio foroiuliensi VII kal. decembris, Bologna, eredi Rossi, 1599. Versi del Piacentini in Lagrime di diversi nobilissimi spiriti in morte de la molto illustre signora Lucina Savorgnana Marchesi, Udine, Natolini, 1599.
LIRUTI, Notizie delle vite, IV, 473-474; F.S. QUADRIO, Della storia, e della ragione d’ogni poesia, II/2, Milano, Agnelli, 1742, 118; VALENTINELLI, Bibliografia, 324; E.A. CICOGNA, Delle inscrizioni veneziane, IV, Venezia, Orlandelli, 1834, 429; ID., Saggio di bibliografia veneziana, Venezia, Merlo, 1847, 332; SOMEDA DE MARCO P., Notariato, 80-81; La biblioteca volgare, I, I libri di poesia, a cura di I. PANTANI, in Biblia. Biblioteca del libro italiano antico, diretta da A. QUONDAM, Milano, Bibliografica, 1996.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *