POMO GIOVANNI BATTISTA

POMO GIOVANNI BATTISTA (1709 - 1797)

cronista

Figlio di Pietro e Margherita di Montereale-Mantica, nacque a Pordenone il 18 gennaio 1709, ultimo di nove fra fratelli e sorelle. Sposò Ottavia Mottense, dalla quale ebbe due figli maschi, Luigi (morto a pochi giorni dalla nascita) e Pietro (nato nel 1755 e morto a quattro anni), e cinque femmine. Con la sua morte, avvenuta il 13 settembre 1797, si estinse la famiglia Pomo, giunta a Pordenone agli inizi del Cinquecento dal contado di Lecco. Del P. non abbiamo molte notizie. Sappiamo che si dedicò all’amministrazione dei beni dello zio Gaetano di Montereale-Mantica e che degli affari della sua famiglia si occuparono sempre i fratelli don Francesco e don Giusto Alvise (nell’arco di trent’anni appare direttamente solo in sette/otto contratti di affitto di case e terreni della famiglia). Fu anche conservatore del Monte di pietà (1766) e vice podestà (1755). Ma il grande impegno della sua vita risultano i Comentari urbani, minuziosa cronaca degli avvenimenti pordenonesi dal 6 giugno 1728 al 29 marzo 1791, nella quale registrò quasi quotidianamente ogni fatto di rilievo per la comunità di Pordenone, anche se, di alcuni momenti, stranamente non c’è traccia (la Rivoluzione francese, per esempio, è completamente assente nella cronaca). Il modello storiografico del P., ancorato al passato probabilmente tramandato in famiglia dall’esperienza di Pietro, che Ferdinando III voleva storiografo di corte a Vienna, ha mantenuto in ogni caso una freschezza e un’utilità storica e documentaria a lungo trascurata.

Bibliografia

A. BENEDETTI, Brevi notizie sui pordenonesi illustri, «Il Noncello», 2 (1952), 49; T. PERFETTI, Giovan Battista Pomo: un uomo del suo tempo, in G.B. POMO, Comentari urbani (1728-1791), Pordenone, GEAP, 1990, 14-17.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *