SAGABRIA GIACOMO

SAGABRIA GIACOMO

strumentista

Figlio di Gregorio Sagabria detto «de li flautti» (o «fiautti») figurava tra i pifferi stipendiati della comunità udinese già nel 1542 (dal 1544 in compagnia del fratello Nicolò) e vi rimase almeno fino al 27 gennaio 1570, quando, ricordando una fedeltà di servizio di circa ventotto anni in nome della quale aveva rinunciato «d’andare al servigio del serenissimo re di Polonia con salario di fiorini ducento a l’anno, et de l’illustrissimo cardinale di Trento con salario di scudi cento a l’anno», chiese e ottenne l’aggregazione del nipote e allievo Francesco (figlio di Nicolò) nella Compagnia strumentale di Udine.

Bibliografia

ACU, Acta capituli Utinensis, 11, f. 32v, 37r-v.

VALE, Udine, 116-117; A. OROLOGIO, Opera omnia, II. Canzonette a tre voci intavolate per sonar di liuto, a cura di F. COLUSSI, Udine, Pizzicato, 1993, 5; COLUSSI, La compagnia strumentale.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *