SGUERZI GIOVANNI MATTIA

SGUERZI GIOVANNI MATTIA (1873 - 1920)

muratore, organizzatore politico

Nacque a Pinzano al Tagliamento (Pordenone) il 14 dicembre 1873 da Giovanni Battista e Santa Zolli. Frequentò le scuole fino alla terza classe elementare. Lavorò come muratore all’estero, specialmente in Germania e Austria, aderendo al Partito socialista italiano. Nonostante la sua attività politica nel paese natale fosse ridotta al trimestre invernale, fra un’annata di emigrazione oltre frontiera e l’altra S. venne eletto consigliere comunale all’inizio nel 1906, nella maggioranza che sosteneva il sindaco Giovanni Battista Scatton, il primo in Friuli a dichiararsi socialista. Pochi mesi dopo, S. si sposò con rito civile, dovendosi difendere in una dura polemica pubblica con gli organi di stampa clericali. Si trattò di una delle tante occasioni dove le doti comunicative del giovane muratore ebbero la possibilità di esprimersi, come testimoniano le lettere e gli articoli, anche spediti dalle località di emigrazione, oltre che i numerosi comizi nello Spilimberghese e nel Sandanielese, dove egli ebbe la possibilità di dimostrare una notevole capacità oratoria, diventando uno dei primi organizzatori del socialismo in quelle località. Significativa fu la sua presenza al convegno del Segretariato dell’emigrazione tenutosi a Spilimbergo nel 1906, in occasione del quale si costituì anche nel capoluogo del mandamento la sezione socialista. Nel 1911 si stabilì in paese. S. oltre all’attività politica, svolse una consistente attività professionale, progettando e realizzando con la sua squadra una serie di importanti fabbricati a Pinzano, come due ville e l’albergo “Alla Stazione”. L’attività professionale era accompagnata da quella educativa, come insegnante nella scuola professionale organizzata nei locali della SOMSI di Pinzano. Morì l’8 settembre 1920, per le conseguenze di un pestaggio legato a rancori politici più lontani e più recenti (a Pinzano nel primo semestre era passato come commissario prefettizio Italo Balbo). Poche settimane dopo la morte di S., Pinzano eleggeva ancora una giunta socialista.

Bibliografia

ACS, Casellario politico centrale, 4791/9746; Testimonianza del nipote Giovanni Contessi, Pinzano al Tagliamento, 2006.

G.L. BETTOLI, Una terra amara. Il Friuli Occidentale dalla fine dell’Ottocento alla dittatura fascista, Udine, IFSML, 2003.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *