TAVAGNACCO GUIDO

TAVAGNACCO GUIDO (1920 - 1990)

pittore

Immagine del soggetto

Autoritratto, olio su cartone di Guido Tavagnacco, 1946 (Moimacco, Centro civico).

Nacque a Moimacco (Udine) il 10 marzo 1920. Le istintive capacità pittoriche, evidenziate fin dai primi anni di scuola, lo indussero a proseguire gli studi, pur tra sacrifici affrontati con tenace volontà, fino al conseguimento, nel 1942, della maturità presso il Liceo artistico di Venezia, città nella quale frequentò anche i corsi diretti da Saetti e Cesetti all’Accademia di belle arti. Erano gli anni della guerra e dell’impegno civile, e T., dopo aver militato in aeronautica ed aver raggiunto fortunosamente l’8 settembre 1943 la sua casa di Moimacco, entrò nelle file della Resistenza per dare il proprio contributo alla causa della liberazione nazionale. Resta memoria di quei giorni nei vari ritratti di amici e nemici tracciati sul notes con segno rapido ed essenziale. Dalla fine della guerra, per molti anni, insegnò nelle scuole medie e superiori di Buia, Tarcento, Udine. I numerosi viaggi di studio in Francia, Iugoslavia, Spagna e Grecia arricchirono la sua poetica, che – da figurativa qual è (T. è il pittore dei fiori e dei girasoli) – quasi spontaneamente muta e si evolve affinandosi nella tecnica e nel colore e facendosi quasi astratta. Nell’arco di cinquant’anni T. svolse un’attività pittorica intensa e produttiva, che non conobbe sosta fino alla morte, avvenuta a Udine l’8 gennaio 1990. Testimoniano del suo amore per l’arte, oltre a migliaia di disegni, acquerelli e oli, le sessanta mostre personali allestite in Italia e all’estero e la partecipazione a più di trecento rassegne di gruppo. Sue opere si conservano nelle sedi di numerose istituzioni pubbliche, nella Galleria d’arte moderna di Udine, in altri musei e presso collezionisti privati di vari Paesi del mondo. ... leggi Pittore eclettico e preparato, estese il suo interesse anche alla grafica e alla scultura: suo il progetto dei monumenti eretti in memoria dei partigiani caduti a Manzano, Premariacco, Moimacco, Monfalcone, Faedis. Da ricordare anche soggetti religiosi, tra i quali la Via Crucis della chiesa parrocchiale di Moimacco. Per lascito testamentario, il paese natale è entrato in possesso di numerosi suoi dipinti, che sono confluiti nel Centro civico culturale a lui intitolato.

Chiudi

Bibliografia

Guido Tavagnacco. Catalogo della mostra, a cura di T. MANIACCO, Udine, AGF, 1992; Guido Tavagnacco. Il pittore e il suo paese, a cura di G. BERGAMINI, Udine, Comune di Moimacco/AGF, 1993; G. SELVAGGI, Guido Tavagnacco, Roma, Cida, 1993; Guido Tavagnacco pittore. Catalogo della mostra, a cura di G. BERGAMINI, Udine, Civici musei, 2002 (con bibliografia precedente).

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *