ZULIANI PAOLO

ZULIANI PAOLO (1689 - 1769)

altarista, scultore

Nacque a Gradisca d’Isonzo nel 1689. Il padre Leonardo era titolare di un’avviata bottega di lapicidi. Il suo esordio si colloca intorno al 1720, con gli altari dedicati alla Vergine del Rosario e al S. Crocifisso nel duomo di Gradisca, di cui avrebbe realizzato anche la facciata. Nei decenni successivi lo Z. fu molto attivo per le chiese dell’Isontino, dove spesso collaborava con Pasquale Lazzarini. Tra le sue opere di maggior impegno furono gli altari realizzati per la chiesa di S. Ignazio a Gorizia, dedicati all’Angelo Raffaele (1736) e all’Immacolata Concezione (1745), e quelli consacrati al Sacro Cuore di Gesù e alla Vergine del Rosario nella parrocchiale di Ronchi dei Legionari, dei primissimi anni Quaranta. Documentati sono anche i complessi plastici degli altari maggiori delle chiese di Medea, Corona e Visco, dove appare evidente la matrice veneta della sua scultura. Appartiene alla piena maturità dell’artista l’altare principale della parrocchiale di San Canzian d’Isonzo, realizzato tra il 1750 e il 1767 e concluso dal fratello Francesco. Le ultime opere sicuramente ascrivibili a Z. sono le quattro statue poste nel 1761 sull’altare maggiore della chiesa di S. Andrea a Moraro. Dopo questa data e sino alla morte nel 1769, non restano altre tracce dell’attività della bottega di famiglia, che sarebbe stata trasferita a Udine dal fratello Francesco.

Bibliografia

M. MALNI PASCOLETTI, Per una catalogazione degli altari barocchi del Friuli orientale, in Marian, 251-334; M. DE GRASSI, La bottega Zuliani, «Studi Goriziani», 82 (1995), 69-88; ID., La scultura a Gorizia nell’età dei Pacassi, in Nicolò Pacassi architetto degli Asburgo. Architettura e scultura a Gorizia nel Settecento. Catalogo della mostra di Gorizia a cura di G. PERUSINI, Monfalcone, EdL, 1998, 84-124.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *