CAPELLO PIETRO PAOLO

CAPELLO PIETRO PAOLO (1694 - 1775)

ecclesiastico, letterato

Nato a Gorizia nel 1694, entrò nell’ordine dei gesuiti e studiò prima a Gorizia e poi a Graz, dove si laureò in filosofia e teologia. Lasciata la Compagnia e passato allo stato ecclesiastico secolare, si trasferì a Venezia, dove si applicò alle belle lettere e in particolare alla lingua latina. Qui compose gli Aphorismi de puritate, elegantia, copia latini sermonis (Venetiis, 1730), che probabilmente gli valsero l’iscrizione all’Accademia letteraria albrizziana e la nomina a direttore del seminario trevigiano nel 1733. Curò la traduzione in latino delle opere del cardinale F.M. Casini, stampate ad Augusta tra il 1730 e il 1740, e fu autore di composizioni poetiche sacre e profane, alcune delle quali furono successivamente riprodotte negli stalli dei canonici della chiesa metropolitana di Gorizia. Dal 1734 al 1737 fu confessore delle monache cappuccine di Udine per volontà del patriarca Daniele Dolfin. Esperto di diritto pontificio, svolse attività diplomatica come segretario del principe Scipione di Santa Croce, ambasciatore straordinario di Maria Teresa presso la Santa Sede, e come delegato a trattare gli affari della corte di Vienna in sostituzione dell’auditore di Rota e protoministro imperiale Giuseppe Maria Thun. Richiamato a Gorizia verso la metà del 1742, si dedicò con fervore agli studi classici ed eruditi. Fu canonico del capitolo di Aquileia dal 1741 e nel 1752, dopo l’erezione dell’arcidiocesi di Gorizia, canonico del capitolo metropolitano. ... leggi Riassunse le vicende legate alla sua permanenza presso la Santa Sede nella Memoria de’ servigi prestati alla imperiale e regia Corte, che fu poi data alle stampe e, su incarico della medesima Corte, compilò una Confutazione storica cronologica del patriarcato di Aquileja che Carlo Morelli asserì di aver visto in alcune copie manoscritte. Morì a Gorizia nel 1775.

Chiudi

Bibliografia

Scritti del C. e documenti riguardanti le sue vicende biografiche si trovano nel fondo archivistico Attems-De Grazia conservato presso la biblioteca del seminario teologico centrale di Gorizia.

DBF, 151-152; P. PRETO, Capello, Pietro Paolo, in DBI, 18 (1975), 505-506; DI MANZANO, Cenni, 51; CODELLI, Scrittori friulano-austriaci, 69-71; MORELLI, Istoria, III, 312-314; DI MANZANO, Annali, VII, 274; FORMENTINI, Contea di Gorizia, 61; D. FAIN, Fondo archivistico Attems-De Grazia, in Carlo Michele d’Attems primo arcivescovo di Gorizia (1752-1774) fra Curia romana e Stato absburgico, I, Gorizia, ISSR, 1988, 83-88.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *