CELLA PIETRO

CELLA PIETRO (1887 - 1941)

ecclesiastico, maestro

Immagine del soggetto

Don Pietro Cella ritratto nell'album dei sacerdoti della diocesi di Udine realizzato nell'anno giubilare della redenzione 1933-1934, Bologna 1933

Sacerdote, nato a Cadunea, in comune di Tolmezzo, nel 1887, è ricordato in particolare per uno studio storico sulla scuola in Carnia e Canal del Ferro, nel quale sono ricostruite le circostanze dell’istruzione pubblica nell’area montana, con particolare riferimento alle scuole dei lasciti e legati pii e con una rassegna, veloce ma informata, sulle scuole comunali e le loro precarie condizioni nel difficile passaggio dalla gestione clericale a quella laica. C. ebbe modo di conoscere la realtà dei paesi e dei loro piccoli ma affollati locali scolastici, grazie all’esercizio del suo ministero, che svolse tra Givigliana, Arta Terme, Pontebba e Comeglians. A Comeglians fu anche direttore didattico. All’interesse storico, che gli permise di mettere in luce anche la straordinaria esperienza della Scuola domenicale d’arti e mestieri avviata a Ravascletto da don Martino De Crignis, corrispose anche l’attenzione per Giovanni Gortani e le vicissitudini del suo notevole archivio, nonché la memoria su Givigliana. Alle riviste della Società filologica friulana C. collaborò invece con scritti, in diverse varianti dialettali del territorio conosciuto, che registrano leggende e credenze locali. La Storia della scuola in Carnia e Canal del Ferro fu il suo ultimo lavoro (1940).

Bibliografia

Memorios di Gjviano, Gorizia, Stab. Tip. L. Lukezic, 1928 (poi tradotto in italiano da P. Pinzan: Udine, Graphik Studio, 1987); Lu muart de staipo (dialet ciargnel), «Ce fastu?», 5/2 (1929), 22-23; I lusìnz di Otàles: (lejende slovene), ibid., 5/4 (1929), 58-61; L’Anticrìst da lu Comeli: (dialèt di Guart), ibid., 5/6 (1929), 92-94; Liendes di vuere, ibid., 5/8-9 (1929); Il Salvàn da Marùe, ibid., 5/12 (1929), 211-213; Las ombres da vuere: (dialetto di Rigolato), ibid., 6/3-4 (1930), 68-69; Ombres da vuere: (dialet dal Çhianal di San Pieri, in Çhiarnie), ibid., 10/5-6 (1934), 152-155; Il dott. Giovanni Gortani e l’archivio storico della Carnia, Tolmezzo, Stab. tipografico Carnia, 1934; Al Coglìans, «Ce fastu?», 12/1-2 (1936), 10-15; La not d’avòst, ibid., 12/7-10 (1936), 208-209; La scuola festiva artistica di Ravascletto, 1852-1872, San Daniele, Arti grafiche G. Tabacco, s.d.; Storia della scuola in Carnia e Canal del Ferro, Udine/Tolmezzo, Libreria editrice Aquileia, 1940.

DBF, 182; Mezzo secolo di cultura, 62.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *