FORABOSCHI ANTONIO

FORABOSCHI ANTONIO (1889 - 1967)

musicista

Immagine del soggetto

Monsignor Antonio Foraboschi in un'acquaforte di Lucio Elio Modesto, da Mons. Antonio Foraboschi nel X anno della morte, Udine 1977 (Udine, Biblioteca del Seminario arcivescovile).

Organista, compositore e didatta, nacque a Cividale del Friuli il 29 dicembre 1889 da genitori che si dilettavano di musica. Entrato nel 1901 in Seminario a Udine, dove insegnava Ubaldo Placereani, venne ordinato sacerdote nel 1913 e fu cooperatore a Palazzolo dello Stella. Richiamato alle armi dal 1915 al 1918, fu per breve tempo a Rodeano di Rive d’Arcano e quindi mansionario cooperatore a San Daniele del Friuli dal 1919. Nel 1929 venne nominato mansionario maestro di cappella a Cividale, dove visse piuttosto schivo e appartato fino alla morte, il 6 ottobre 1967. A Cividale inaugurò il nuovo organo Zanin nel 1933, insieme a Raffaele Tomadini e Ulisse Matthey, con il quale intrattenne rapporti di collaborazione e amicizia. Fu membro della Commissione diocesana per la musica sacra sotto la presidenza di Giovanni Pigani. A lui è tuttora intitolata la corale del duomo di Cividale. Nel 1997 il suo archivio musicale venne donato dal pronipote Roberto Bidoli alla parrocchia di S. Maria Assunta di Cividale. Alle forme liturgiche per organici vocali e strumentali, che costituiscono la più parte del catalogo di 204 numeri, affiancò composizioni devozionali anche di notevole impegno, come il Trittico mariano del 1948 e il «commento sinfonico-vocale alla tragedia del Battista» Praecursor Domini del 1949, la cui orchestrazione fu completata da Daniele Zanettovich. ... leggi Il suo stile si inserisce nella tradizione del primo Novecento italiano, con un’accentuata espressività e profonda elaborazione delle idee. Per istituti scolastici compose canti su testi italiani e friulani, fiabe, fantasie (Il sogno di Renata, 1921, Nei regni del sogno, 1923, La leggenda del cavaliere, 1948), brani strumentali (Suite forogiuliese per organo del 1933), pezzi caratteristici per pianoforte. Pubblicò presso Carrara di Bergamo, Mignani di Firenze e presso tipografie locali.

Chiudi

Bibliografia

DBF, 356; S. TRACOGNA, Mons. Antonio Foraboschi nel X della morte. Note biografiche e documenti, San Daniele del Friuli, s.n., 1977; PRESSACCO, Musica, 2023, 2032, 2034; F. BRUNETTO, La musica per pianoforte di Antonio Foraboschi, «Quaderni cividalesi», 10 (1982), 43-49; EAD., L’immaginario di Antonio Foraboschi, «Quaderni della FACE», 65 (1984), 9-20; F. LUCHITTA, Il Praecursor Domini del compositore cividalese mons. Antonio Foraboschi, gioiello della musica sacra italiana del Novecento. Analisi dell’opera e catalogo del Fondo Foraboschi…, t. di diploma, Università degli studi di Udine, a.a. 1997-1998; R. DELLA TORRE, Cividale e la musica. La vita musicale a Cividale dal Medioevo ad oggi, in Cividât, II, 483-484; F. LUCHITTA, Il Praecursor Domini di Antonio Foraboschi, in Studi sul Novecento musicale friulano. Atti dei convegni 2001-2002-2003, a cura di R. CALABRETTO, Udine, SFF, 2004, 107-122; R. DELLA TORRE, Alcuni protagonisti della vita musicale a Udine tra Otto e Novecento, ibid., 58-59; A. GUERRA, Musica sacra e arte organaria tra Ottocento e Novecento attraverso la stampa cattolica udinese (1868-1917), t.l. specialistica, Università degli studi di Venezia, a.a. 2008-2009, 614-615, 1017.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *