GERARDO DA VICENZA

GERARDO DA VICENZA (? - 1328)

ecclesiastico, medico

La prima attestazione di questo ecclesiastico in Friuli risale al gennaio del 1313, quando risulta risiedere a Cividale, dove possiede una “statio” in cui esercita l’arte medica. Dal 1315 G. detiene un canonicato presso il capitolo della città ducale: la sua partecipazione costante alla vita dell’istituzione favorisce l’instaurarsi di legami di collaborazione con molti confratelli e in particolar modo con il nobile Artico di Castello. Divenuto quest’ultimo vescovo di Concordia alla fine del 1317, G. lo segue nella Destra Tagliamento, probabilmente come medico di fiducia. L’ecclesiastico vicentino è ricompensato dei suoi servizi con l’assegnazione della scolasteria di Concordia. Il nuovo beneficio non favorisce però la permanenza in diocesi, che si rivela piuttosto frammentaria: impegni professionali e interessi personali, infatti, lo richiamano spesso a Cividale. Nel marzo del 1321 dà in pegno per dieci marche al confratello Giacomino da Bologna un suo libro di Decretali. Nel novembre dello stesso anno acquista dagli eredi di Lorenzo da Cividale un Almansore. Nel 1323 è ancora al seguito del di Castello, durante una sua breve permanenza nella città ducale. Muore il 28 agosto del 1328.

Bibliografia

ASU, NA, Nicolò da Cividale, 674, f. 8v (1313 gennaio 14), f. 93v-94r (1316 settembre 4).

SCALON, Produzione, 72; GIANNI, Istituzioni ecclesiastiche, 27, 42, 46-47, 50, 53, 105, 111-112; GIANNI, Guglielmo; GIANNI, Vescovi e capitolo, 70, 178, 181, 309-311, 363-365; SCALON, Libri degli anniversari, 128, 334, 411-412, 433, 915.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *