GIACOMO DI BRUNO DA COLONIA

GIACOMO DI BRUNO DA COLONIA

notaio

Il notaio tedesco G. del fu Bruno da Colonia giunge in Friuli probabilmente al seguito del patriarca Marquardo di Randeck. Successivamente passa alle dipendenze del vescovo di Concordia Guido di Baisio, che lo inserisce all’interno della sua cancelleria in qualità di scriba della curia vescovile. La sua permanenza a Portogruaro e a Cordovado, altra residenza del presule, è testimoniata quanto meno dall’aprile del 1377 al gennaio del 1379: in questo periodo redige atti relativi sia alla giurisdizione ecclesiastica che civile dell’episcopato. Un Giovanni del fu Ludovico di Colonia, forse un congiunto, figura al seguito del canonico di Concordia Nicoluccio, che nel 1375 tiene un placito di cristianità presso la pieve di Castions di Zoppola.

Bibliografia

ADP, Curia Vescovile, pergamene sciolte; ADP, Capitolo della Cattedrale, Codice Bianco.

 GIANNI, Vescovi e capitolo.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *