BERTOLLA PIETRO

BERTOLLA PIETRO (1909 - 1984)

ecclesiastico, bibliotecario

Immagine del soggetto

Il bibliotecario Pietro Bertolla.

Nacque a Nimis (Udine) il 7 gennaio 1909. Fu ordinato sacerdote il 5 dicembre 1932. Si laureò in teologia e in diritto canonico; fu professore di storia ecclesiastica, di patrologia, di liturgia presso il Seminario di Udine. Dal 1944, e fino all’anno della morte, succedette ai bibliotecari della Biblioteca del Seminario arcivescovile di Udine, tra i quali figurano Pio Paschini e Giuseppe Vale. Nell’ambito della riedificazione del Seminario, dopo i bombardamenti del 1945, ricevette l’incarico di ripristinare l’edificio della Biblioteca e di progettarne la gestione. Dell’antica istituzione libraria egli promosse la visibilità, aprendola al pubblico, curando nel contempo, insieme con il restauro di parte del patrimonio librario, un’esemplare e dettagliata catalogazione, per soggetto e per autore. «Le biblioteche ecclesiastiche – scriveva – per molto tempo quasi ignorate, riaprono oggi i loro battenti e i loro tesori a servizio della scienza e della verità e sono frequentate da un pubblico sempre più numeroso». Per tale sua dedizione, la Biblioteca gli è stata intitolata. Gran parte dei suoi puntuali e ben corredati studi vertono su Nimis, il paese nativo, con il dichiarato intento di volerne così salvaguardare le memorie di storia, di architettura e di arte, gravemente compromesse sia a causa dell’incendio del 1944, sia per il terremoto del 1976. Riconosceva anche il suo debito verso le precedenti ricerche dello zio don Bertolla senior e la documentazione d’archivio da quello salvata e trascritta. Nimis costituisce, pertanto, il riconoscibile nucleo tematico della sua applicazione di storico; varie per contenuto, brevi di proporzione, e occasionali quanto a dedica, sono invece le altre sue ricerche di storia locale, tra le quali però si segnalano soprattutto l’edizione nel 1960 della memoria – presentata nell’adunanza dell’Accademia di Udine – sull’istituzione del giuspatronato popolare nell’arcidiocesi e, nel 1980, i due contributi al convegno su Pio Paschini, in cui tratteggiava di quest’ultimo, da un lato, la personalità di professore e di bibliotecario e, dall’altro, quella di cultore e testimone della verità storica, presentando le vicende del suo Galileo. Dal 1951 all’anno della morte, fu membro della Commissione per l’arte sacra dell’arcidiocesi. ... leggi Animò in tal veste il progetto per la valorizzazione della cultura e dell’arte del patrimonio ecclesiastico friulano: fu direttore, insieme con Gian Carlo Menis, della prima mostra che si sia tenuta sull’Oreficeria sacra in Friuli, di cui curò il catalogo, e che divenne occasione, nel 1963, per l’inaugurazione ufficiale della sede provvisoria del Museo d’arte sacra dell’arcidiocesi presso il Seminario. In tale sede, nel 1968, curò ancora, insieme con il catalogo, la Mostra di codici liturgici. Intervenne anche nella prefazione del catalogo Architettura sacra nella diocesi di Udine: 1945-1974, il quale, affidato a Luciano Perissinotto, ne costituì la prima retrospettiva critica. Fu nominato, dal 1959, socio ordinario dell’Accademia di scienze, lettere e arti di Udine, e dal 1981 consigliere; dal 1959 fu anche socio ordinario della Deputazione di storia patria per il Friuli, consigliere dal 1970 e deputato dal 1972. Annoverato tra i canonici metropolitani di Udine, dal 1944 aveva iniziato il suo apprezzato e benvoluto servizio quale cappellano delle suore Dimesse di Udine, della cui istituzione, religiosa ed educativa ad un tempo, aveva scritto una vivace sintesi. B. morì il 2 giugno 1984 in un incidente stradale a Muncki, in India, proprio in occasione di una visita alla loro missione.

Chiudi

Bibliografia

BSAU, Archivio Bertolla.

P. BERTOLLA, L’immaterialità di Dio nei libri di Mosè, Roma, Scuola tip. Pio X, 1937; ID., Giuseppe Vale (1877-1950), «Ephemerides liturgicae», 65 (1951), 113-114; ID., Trecentocinquant’anni di storia del Seminario di Udine, in Il nuovo Seminario Arcivescovile di Udine, Udine, Doretti, 1956, 17-26; ID., Il giuspatronato popolare dell’Arcidiocesi di Udine, «AAU», s. VII, 1 (1957-1960), 197-311; ID., Esemplificazioni liturgiche… per la preparazione dei congressi parrocchiali dell’Arcidiocesi di Udine nell’Anno Eucaristico 1960. Battesimo e Santa Messa, Udine, AGF, 1960; Oreficeria sacra in Friuli. Catalogo della mostra, a cura di P. BERTOLLA - G.C. MENIS, Udine, Museo diocesano d’arte sacra, 1963; P. BERTOLLA, La Biblioteca del Seminario arcivescovile di Udine, nel IV centenario del decreto Tridentino sulla istituzione dei Seminari, Udine, Seminario arcivescovile, 1963; ID., Le Dimesse di Udine figlie dell’Immacolata Concezione. Tre secoli di vita (1656-1956), Udine, AGF, 1963; ID., La Chiesa casa di Dio, in Atti del corso liturgico tenuto al clero di Udine (6-8 luglio 1964), Udine, 1964, 43-51; ID., I cardinali friulani, Udine, AGF, 1965; ID., Il plebiscito di Nimis nel 1866, s.n.; ID., La Madonna delle Pianelle. Nimis. V centenario della chiesa 1467-1967, Udine, AGF, 1967; ID., Catalogo, in Mostra dei codici liturgici aquileiesi, Udine, AGF, 1968, 35-66; ID., Statuti del Comune di Nimis. ... leggi Frammenti del secolo XV-XVI, Udine, AGF, 1970; L. PERISSINOTTO, Architettura Sacra nella diocesi di Udine: 1945-1974, Udine, AGF, 1975; ID., La chiesa di S. Stefano in Centa di Nimis, Udine, AGF, 1978; ID., Paschini al Seminario di Udine, in Atti del Convegno di studio su Pio Paschini, 1878-1978, Udine, Poliglotta Vaticana, 1980, 35-48; ID., Le vicende del “Galileo” di Paschini, ibid., 172-208; ID., La chiesetta di S. Mauro in Nimis, Udine, AGF, 1981; ID., Nota sul manoscritto, in A. DELLA FORZA, Diario udinese (1740-1800), a cura di G. COMELLI, Udine, Casamassima, 1986.

Chiudi

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *