LANCKOROŃSKI VON KARL

LANCKOROŃSKI VON KARL (1848 - 1933)

mecenate

Principe polacco, nato a Vienna il 4 novembre 1848, si dedicò per tutta la vita al mondo dell’arte, raccogliendo capolavori nel suo palazzo viennese e mettendo a disposizione di varie imprese, che egli stesso progettava, il suo cospicuo patrimonio. Compì lunghi viaggi di studio in Asia Minore (Cilicia, Panfilia, Pisidia), dove finanziò campagne archeologiche e le relative edizioni. Venuto ad Aquileia alla fine del 1891 e colpito dall’imponenza e dal valore storico della basilica patriarcale, pensò a un’edizione che ne illustrasse tutti i valori, ma prima volle che si compissero scavi attorno alla stessa e anche in una piccola parte dell’interno. Fece eseguire i rilievi da George Niemann e indagini storiche da Heinrich Swoboda. Il volume, sfarzoso e ricchissimo di illustrazioni, tutte manuali, uscì a Vienna nei primi mesi del 1906 e fu presentato in coincidenza con la consacrazione episcopale di Francesco B. Sedej. Oltre che a Gorizia, si tennero conferenze di presentazione a Roma e a Vienna, ma anche altrove. I dati emersi dagli scavi e dagli studi relativi giunsero a integrare le conoscenze storiche sulla basilica e sulle origini cristiane di Aquileia; le mise a frutto immediatamente Pio Paschini. Se in un primo tempo suscitò anche diffidenza presso gli irredentisti o gli anticlericali («Corriere del Friuli», E. Maionica), le sue benemerenze sono state sempre più riconosciute e apprezzate: soltanto da poco (2007) si è avuta così anche un’edizione italiana dell’opera, che ha il vantaggio di aggiornamenti nei dati e nella critica. L. morì a Vienna il 15 luglio 1933.

Bibliografia

K. VON LANCKOROŃSKI, Der Dom von Aquileia. Sein Bau und seine Geschichte, Wien, Gerlach-Wiedlinger, 1906 [tra le tante recensioni, quella di P. PASCHINI in «MSF», 4 (1908), 44-48]; ID., La Basilica di Aquileia, a cura di S. TAVANO, Pordenone, Soc. Basilica Aquileia/LEG, 2007 (con aggiornamento, 195-237). G. BRUSIN, Carlo Lanckoroński, «MSF», 27-29 (1931-1933), 389-390; E. DEL TORSO, Il conte Carlo Lanckoroński, «Aquileia Nostra», 5-6 (1934-1935), 53-56; Lanckoroński-Brzezie, Karl Graf, in ÖBL, 4 (1993), 422-423; TAVANO, Aquileia e Gorizia, passim.

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *