ZANNIER LEONARDO (1849-1935)

ZANNIER LEONARDO (1849-1935)

ecclesiastico, insegnante

Immagine del soggetto

Leonardo Zannier, sacerdote e filantropo.

Ulteriore, postumo, rappresentante del “partito dei clauzettani” (cfr. es. A. Baschiera, G.B Rizzolati, G.M. Zannier), Simone Giacomo (detto Leonardo) nacque ad Anduins (borgata Mulin) il 4 dicembre 1849 da Antonio e Maria Guerra. A dieci anni si trasferì a Vito d’Asio, presso gli zii, per la scomparsa prematura della madre. Terminati nel 1869 gli studi in seminario a Portogruaro, frequentò l’I.R. istituto di educazione sublime (Frintaneum) a Vienna, dove il padre lavorava per le ferrovie imperiali. Rientrato in patria, venne ordinato il 21 settembre 1872 e destinato alla pieve di Vito d’Asio. Chiamato tre anni dopo a ricoprire la cattedra di teologia dogmatica in seminario, nel 1887, a seguito di una polemica che formalmente lo accusava di rosminianesimo (per non aver preso le distanze da un libello sul tema scritto da A. Cicuto), venne allontanato dall’insegnamento e ‘promosso’ arciprete di Fossalta di Portogruaro e successivamente canonico onorario di Concordia. Molto attivo in campo socio-assistenziale (a livello diocesano fu presidente della commissione di studi sociali e incaricato per la diffusione dell’Opera dei congressi) promosse a Fossalta la creazione della Cassa rurale di prestiti e della Società operaia di mutuo soccorso (presiedendole entrambe) nonché l’erezione dell’asilo. ... leggi Dalla cura che ripose nella gestione dell’archivio parrocchiale, emerse qualche ricerca e pubblicazione di storia locale, come pure gli era capitato anni addietro riguardo al territorio natio (in concomitanza anche con la frammentazione amministrativa dell’antica pieve d’Asio). Di solida cultura, tramite un consistente lascito personale, fondò de facto la biblioteca parrocchiale a Vito d’Asio, tuttora esistente e gestita dall’associazione Hortus Librorum. Per le sue benemerenze «di cittadino, sacerdote e filantropo» venne insignito nel 1917 della Croce di Cavaliere della Corona d’Italia. Morì il 30 aprile 1935 a Fossalta, dove riposano le sue spoglie.

Chiudi

Bibliografia

Scritti di L. Zannier: Asio: cronichetta ecclesiastica di Santa Margherita d’Anduins, San Vito, Tip. Polo e Comp., 1885; Imposizione d’una nuova decima feudale alla fine del Medio Evo, Portogruaro, Tip. Castion, 1885; Asio: divisione e affrancazione del Canale d’Arzino, 1555-1731, Portogruaro, Tip. Castion, 1886; Asio: saggio di ricerche sul Canale di Vito, Portogruaro, Tip. Castion, 1886; Un documento sulla storia di Vado, Portogruaro, Tip. Castion, 1892; Sui diritti del vescovo e capitolo di Concordia a Vado e Giussago [attrib. incerta], Portogruaro, Tip. Castion, 1892; Il clero da Vito: notizie (Nel giubileo sacerdotale di don Leonardo Missana), Portogruaro, Tip. Castion, 1895; Dopo il 1840, in Consacrazione della chiesa di S. Antonio nella Valle d’Arzino, Portogruaro, Tip. Castion, 1905, 18-19; Album “saggio” del clero di Fossalta di Portogruaro, S. Vito al Tagliamento, Tip. Coll. Pio X, 1907; Di un preteso giuspatronato Savorgnan sulle pievi d’Asio e di Valeriano, Portogruaro, Tip. già ditta Castion, 1922. M. PELOSI, Presenze librarie a Vito d’Asio dal XVI al XVIII secolo, in Âs, 277-288; R. SIMONATO, Il partito dei clauzettani: sondaggi sui cambiamenti nella religiosità dell’Ottocento in diocesi di Concordia, Pordenone, Concordia sette, 1993, 8, 11 (13), 13, 38; A. BATTISTON, Il fondatore: Leonardo Zannier, in Cent’anni di storia: 1886-1996, a cura di ID., Fossalta di Portogruaro,  Banca di Credito Cooperativo, 1996, 119-170.  

Nessun commento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *